Gioni David Parra

Painter, sculptor

Ritratto by Simona Gasperini_edited_edit

Nasce a San Giuliano Terme (Pisa) 1962

Vive e lavora tra Viareggio e Pietrasanta.

La sua ricerca, fondata sulla pietra si affina in anni di lavoro e studio rivolti ai principi e alle potenzialità  di materia e luce, addivenendo alla elaborazione di una peculiare tipologia di opere, oggi riconosciute a livello internazionale, definite dall’artista stesso Bladelight, lame di luce: la pietra, prevalentemente il marmo nelle sue declinazioni cromatiche e minerali (ma anche: granito, onice, quarzite) viene infatti lavorata e tradotta in elementi scultorei acuminati e fendenti lo spazio in altezza, ritmici paradigmi di derivazione astratta che vanno a fondare un alfabeto scultoreo potenzialmente estendibile dall’oggetto plastico alla grande installazione monumentale.

Collabora con prestigiose gallerie internazionali, tra le quali Cris Contini Contemporary London: qui, nel 2019, l’artista ha tenuto la personale “The cutting of light”, a cura di Francesca Boschieri. In Italia, tra le altre recenti esposizioni, si ricordino: “Abit  con se stesso” presso il Museo dell’Abbazia di Montecassino a cura di Roberto Capitanio, con opere site-specific (2020-2021); la doppia personale dal titolo “Oltre la materia” a cura di Valerio Deh , presso la sede della Galleria Armanda Gori di Prato e nella filiale di Banca Mediolanum, ancora a Prato (2018). Nel 2020   stato selezionato dal comitato critico di ArteJeans, progetto volto a raccogliere un nucleo di artisti italiani e internazionali per realizzare opere d’arte con il tessuto jeans in vista della costituzione di un Museo- Archivio del Jeans a Genova: la sua opera, esposta al Museo di Villa Croce a Genova in occasione della mostra collettiva “ArteJeans. Storia di un mito nelle trame dell’arte contemporanea”,   entrata a far parte della collezione dei Musei Civici del capoluogo ligure. Nell’estate 2021 apre una nuova personale dell’artista a Villa La Versiliana: si intitola “Le seduzioni timbriche della scultura”, a cura di Luciano Caprile e con il sostegno della galleria Armanda Gori: oltre cinquanta opere che tracciano una prima antologica della ricerca di Parra, dove la mineralit  della scultura si fonde con la levit  della luce e dell’aria, in un dialogo ininterrotto tra spazio, tempo, materia e nel segno riconoscibile e unico del suo linguaggio che coniuga la riduzione concettuale e minimalista alla liricit  fisica e “calda” delle sue Bladelight, in continua evoluzione.

Visualizza tutte le opere dell'artista sia quelle acquistabili direttamente in ArtStore, oppure

Contattaci tramite l'apposito MODULO per le opere su richiesta.

Opere disponibili su Richiesta

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

press to zoom
press to zoom
press to zoom

* Scorri le opere, clicca su quelle che ti interessano e contattaci qui.